Proprietà del Miele di Manuka

Qualcuno di voi avrà già sentito parlare del miele di manuka tuttavia abbiamo ritenuto opportuno approfondire l’argomento perché l’informazione scientifica è cosa ben diversa rispetto alle notizie assunte qua e là; inoltre, moltissimi clienti ci hanno raccomandato di non far mai mancare questo prodotto “esotico” proveniente dalle foreste incontaminate della Nuova Zelanda. In effetti, sempre da parte dei ns. clienti, ci sono stati segnalati casi di “miracolosa guarigione” di pazienti con gravissime lesioni da decubito, di netta riduzione delle pustole dell’acne, della pressoché totale scomparsa dei terribili sintomi del reflusso gastro-esofageo e, per finire, dell’effetto quasi immediato del miele contro i sintomi da raffreddamento e le infezioni in genere delle prime vie aeree.

Un grande amico per bimbi, gestanti e anziani

pure-hz-manuka-honeyIl Miele di Manuka ad alta efficacia antibiotica, antimicotica ed antivirale è indicato nel trattamento e nella prevenzione delle infezioni ricorrenti in età pediatrica (a partire dal secondo anno di vita). E’ particolarmente indicato altresì nel trattamento di episodi infettivi e/o febbrili insorti durante la gravidanza, per l’assenza di effetti collaterali. E’ indicato, infine, come coadiuvante del trattamento dei deficit delle difese organiche nei soggetti anziani e/o debilitati e per la prevenzione delle malattie infettive stagionali.
Il prof. Thomas Henle dell’Università di Dresda (Germania) è riuscito a dimostrare che la principale e nota proprietà del miele di manuka (l’attività antibatterica) è legata alla presenza di un antibiotico naturale, il metilgliossale, che non induce resistenza batterica e che è altamente efficace anche contro i virus ed i miceti (Molecular Nutrition and Food Research, Gennaio 2008). Il miele di manuka è l’unico alimento al mondo a contenere il metilgliossale in quantità significative e tali da poter essere utilizzato sia per via interna come alimento in grado di combattere infezioni di vari settori anatomici (apparato respiratorio, digerente, genito-urinario, ecc.), sia per uso topico, per combattere non solo l’acne, ma infezioni – anche molto gravi – della pelle, comprese le terribili lesioni da decubito infette.
Il Methylglyoxal (metilgliossale) è una sostanza che si forma naturalmente nel nettare del fiore di manuka pronto per essere raccolto dalle api; il metilgliossale è stabile al calore e alla luce ed è resistente all’attività enzimatica nei fluidi corporei; al contrario, l’attività antibatterica degli altri mieli deriva esclusivamente dalla formazione del perossido di idrogeno che svanisce velocemente, mentre il metilgliossale resta stabile.

Campi di applicazione del miele di manuka

real-honey-manukaIl Miele di Manuka è un integratore alimentare che, oltre ad essere un ottimo alimento, presenta eccezionali proprietà benefiche per la salute, documentate sul piano scientifico (Prof. Thomas Henle – Univ. di Dresda):

  • malattie dell’apparato digerente: infezioni della bocca e della faringe, gastrite, ulcera e reflusso gastro-esofageo (anche Helicobacter Pylori+), infezioni intestinali, diverticoliti, micosi e parassitosi intestinali;
  • malattie della pelle: per ingestione ed applicazioni topiche il miele di manuka è efficace verso le dermatiti batteriche, acne, follicoliti, dermatomicosi, eczemi, psoriasi e persino sulle ferite difficili, perché rimuove rapidamente i tessuti necrotici, favorisce un ambiente umido per la guarigione delle ferite, fornisce un’azione anti-infiammatoria ed aiuta il sistema immunitario per la guarigione;
  • malattie dell’apparato respiratorio e genito-urinario: è efficace contro le infezioni di tali apparati;
  • malattie di interesse otorinolaringoiatrico ed oculistico: il miele di manuka è risultato molto efficace anche nelle infezioni dell’occhio, dell’orecchio, del cavo orale (gengiviti, afta, ecc.) e del rinofaringe.

Effetti collaterali e controindicazioni

Il miele di manuka non ha mai presentato effetti collaterali degno di nota, ma è controindicato nei diabetici.
La zona di produzione del miele di manuka è limitata alle incontaminate foreste dell’Isola del Nord della Nuova Zelanda e dell’Australia, dove dai delicati fiori della manuka (Leptospermum Scoparium), le api suggono il polline, dal quale producono questo prezioso nettare, in grado di proteggere l’organismo da processi infettivi anche molto gravi, oltre a fornire un forte supporto energetico ad immediata disponibilità ed un ottimo presidio per il potenziamento delle difese immunitarie.
Consigli utili ai consumatori: il prezzo del miele di manuka è assai alto, a causa della scarsa disponibilità di prodotto rispetto alle richieste di mercato ed ai costi di produzione e di trasporto; per tale motivo, in caso di offerte di miele di manuka ad un prezzo apparentemente molto basso e conveniente, si consiglia di esaminare con attenzione l’etichetta, perché esistono sul mercato molti mieli “blended”, formati cioè da miscele di vari mieli (i cosiddetti “millefiori”), nei quali è contenuto anche quello di manuka, ma in percentuale spesso assai ridotta.